Lingua
English Italian
Valuta
£ $

Visitare Panarea

Visitare Panarea

Cosa visitare a Panarea

Sicuramente il Timpone del Corvo che, con i suoi 400 mt circa, è il punto più alto dell\'isola e da cui è possibile ammirare una veduta mozzafiato sull\'isola di Stromboli.
L\'isola è circondata da numerosissimi scogli ed isolotti: Basiluzzo, Dattilo, Bottaro, Spinazzola, Lisca Bianca, Lisca Nera, Panarelli e le Formiche, a Basiluzzo sono stati rinvenuti i resti di un’antica casa romana con pavimentazione a mosaico. Tutti gli scogli inizialmente facevano parte dell\'isola, probabilmente in seguito ad all\'eruzione del vulcano ormai spento, la struttura geologica dell\'isola e stata completamente stravolta
Tipico dell\'isola e l\'utilizzo di motoape per raggiungere le varie zone dell\'isola, non essendo possibile sbarcare con le proprie auto su questa isola, l\'isola è la più piccola dell\'arcipelago.
Ma il mezzo più utilizzato per vivere questa splendita isola e sicuramente la barca, visto che molte delle spiagge dell\'isola sono raggiungibili solo da mare.

La spiaggia, situata nei pressi del villaggio preistorico di Punta Milazzese a sud-ovest del molo di San Pietro, è raggiungibile a piedi oltrepassando Drautto e poi, attraverso un antico sentiero a Cala Junco, probabilmente utilizzata ai tempi del villaggio preistorico come darsena. Al di sopra della spiaggia ci sono i resti di un villaggio preistorico che dominano la bella baia di Cala Junco, e tutt\'intorno all\'isola sorgono degli scogli chiamati le Formiche, poco affioranti e per questo causa di parecchi naufragi nell\'antichità.
La baia che lo compone è a forma di anfiteatro delimitato ai lati da stravaganti formazioni rocciose che creano così una piscina naturale. Questa cala viene definita come una delle baia più belle non solo dell\'isola ma dell\'intero arcipelago, le acque che la bagnano sono limpidissime e la spiaggia è la più frequentata durante il periodo estivo.

Proseguendo ancora, dopo aver oltrepassato la conca di Drautto, il cui nome deriva da Drauth, un pirata musulmano. Si raggiunge l\'unica spiaggia sabbiosa dell\'isola , cioè la Cala Zimmari caratterizzata da un litorale di sabbia soffice di colore rosso, motivo per cui la cala è nota anche col nome di Spiaggia Rossa. Il mare che la bagna è molto bello.
Su questa spiaggia nell\'antichità, venivano a deporre le uova le tartarughe Caretta, in estate è quasi sempre sovraffollata, non essendo particolarmente ampia.


©2014 Trekking Stromboli

Sede Legale : Via Luigi Rizzo,23
C.A.P. 98057 Milazzo (Messina)
E-Mail: clarissaviaggi@gmail.com
Tel: +39 0909240248
Cell: +39.331 2456838